link2
link1
link2
link3
STORIA

Nel primo ‘900, Edoardo e Maria, i nonni, da Sammardenchia giungono a Mortegliano per gestire l’albergo “Al Commercio” e il figlio Pietro, classe 1924, fin da giovane inizia a macellare maiali e a fare insaccati.
La necessità di usare il sale per la lavorazione delle carni dei maiali, fa sì che Pietro incontri Ofelia, futura moglie, che proprio il sale vendeva.
Ma Pietro ha un’idea: dedicarsi alla commercializzazione dei suini vivi. Aiutato dalla moglie, l’intenzione si realizza negli anni quaranta. Nei decenni successivi, grazie anche al coinvolgimento dei figli Edoardo, Oscar e Lilia, si costituiscono due allevamenti, uno a Mortegliano e l’altro a Lavariano.
A fine anni ’70, Mortegliano diventa il primo punto vendita di carne suina Uanetto, rifornito in prevalenza da animali provenienti dal proprio allevamento. Nel 1982 Pietro costituisce il “Salumificio Fratelli Uanetto” interamente di proprietà della famiglia Uanetto che rileva, nel 1983, un macello a Castions di Strada, attuale sede di produzione.

Creata questa struttura, l’obiettivo rimane il miglioramento della qualità del servizio. Nel 2000/2001 lo stabilimento e gli impianti sono stati completamente ampliati e ristrutturati per un ultimo adeguamento di carattere igienico funzionale.
I medesimi traguardi sono stati raggiunti dagli allevamenti Uanetto e dalla filiera ATI Uanetto che congloba gli stessi, il macello e il salumificio.
Nel marzo 2007, sia il macello che il laboratorio di sezionamento, hanno ottenuto dall’IPQ il riconoscimento ad operare anche nell’ambito della DOP del “Gran Suino Padano”.
Oggi l’azienda è guidata da Oscar Uanetto, con la sorella Lilia e le figlie Elisabetta, Alessandra e Claudia.
Fin qui la storia.